Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 37

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Speciale Col - Gli Articoli dei COLlaboratori

Reggio Calabria vuole contrastare gl'interessi della mafia sulle discariche abusive
Audizione con il presidente della Commissione Inchiesta Rifiuti

Attaccare al cuore degli interessi la criminalità organizzata.
Evitare che la mafia continui ad arricchirsi attraverso la creazione delle discariche abusive che in Calabria sono una cifra considerevole, ben 500 come detto dalla stessa Commissione parlamentare d'inchiesta, presieduta da Gaetano Pecorella, nel corso di un'audizione che si è tenuta a Reggio Calabria.
Le preoccupazioni emerse nel corso dell'incontro è che le discariche regolari sembrano ormai esaurirsi, quindi, la situazione che va paventandosi è quella analoga alla Campania.

DiscaricaUna sorta di summit quella che si è tenuta nella Prefettura della Città dello Stretto cui hanno preso parte anche il prefetto Musolino, il questore Casabona, il sindaco Scopelliti, rappresentanti dell'Amministrazione provinciale, forze di polizia, della magistratura, l'Arpacal e numerose associazioni ambientaliste.

In particolare è stato preso in esame il raddoppio del termovalorizzatore di Gioia Tauro soprattutto in vista del fatto che nel giro di 2-3 mesi le discariche presenti sul territorio non saranno più in grado di assorbire i rifiuti prodotti in Calabria. Questo è quanto detto dallo stesso presidente della Commissione inchiesta rifiuti, Pecorella. Poi, alla domanda su dove sorgerà il nuovo inceneritore se a Gioia o a Cosenza, la riposta anche se ancora non confermata potrebbe ricadere proprio sulla città dei Bruzi.

Insomma, la questione della gestione rifiuti è molto particolare e necessita di una maggiore presenza degli Enti locali che in questa questione sembrano essere assenti, come emerso durante la conferenza stampa reggina.
<Le discariche abusive sono una fonte di ricchezza per la mafia che spesso ha creato questi spazi utilizzando, poi, il territorio per estrarre materiali per la costruzione di altre discariche>, così ha detto il presidente della Commissione, Pecorella, < l'augurio è che ci sia un forte controllo sulle bonifiche in modo che la criminalità non tragga benefici economici dalle bonifiche delle discariche da lei stessa create>.




di Angela Mendicino
 


















































































































































Gli articoli dei COLlaboratori
Archivio articoli
Gli speciali dei COLlaboratori
Archivio degli speciali
Fuori di Calabria
Sport in Calabria
 
© 1997-2014 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784